E-COMMERCE

WEB DESIGN

E-Commerce per vendere subito nella Rete!

SCOPRI COME
Comunicazione

Terni dice " No agli inceneritori " (2016)

Sebbene la percentuale di polveri sottili (PM10 ~PM2.5) a Terni stia rapidamente crescendo, sotto l'inezia delle amministrazioni comunali e regionali, che continuano a negarne la diffusione, l'aumento delle morti premature, dovuto a tumori attribuibili allo stato dell'aria, risveglia la popolazione che nel Maggio 2017 esce in massa per protestare

Comunicazione

Terni dice " No agli inceneritori " (2016)

Sebbene la percentuale di polveri sottili (PM10 ~PM2.5) a Terni stia rapidamente crescendo, sotto l'inezia delle amministrazioni comunali e regionali, che continuano a negarne la diffusione, l'aumento delle morti premature, dovuto a tumori attribuibili allo stato dell'aria, risveglia la popolazione che nel Maggio 2017 esce in massa per protestare

Read More

Sebbene la percentuale di polveri sottili (PM10 ~PM2.5) a Terni stia rapidamente crescendo, sotto l'inezia delle amministrazioni comunali e regionali, che continuano a negarne la diffusione, l'aumento delle morti premature, dovuto a tumori attribuibili allo stato dell'aria, risveglia la popolazione che nel Maggio 2017 esce in massa per protestare

 Ad un anno dal Consiglio comunale straordinario sull'ambiente, dagli impegni assunti dalla giunta in Comune e in Regione, dagli impegni presi nell'accordo AST, i risultati parlano da soli: siamo di fronte ad una situazione ormai in caduta libera, verso cui nessuno dei soggetti istituzionali preposti sta ponendo alcun rimedio.
107 ng/m3 di nichel nell'aria di Prisciano, circa CINQUE VOLTE il limite previsto dalla legge (20 ng/m3). 310,8 ng/m3 di cromo, circa UNA VOLTA E MEZZO quanto definito dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) come range massimo delle aree industriali (5-200ng/m3). Questi sono i valori rilevati dalla centralina di Prisciano nel mese di dicembre 2015.
I cittadini delle aree a massima ricaduta delle polveri del polo siderurgico, nell'arco del 2015 hanno respirato valori di cromo SESSANTA VOLTE superiori a quelli dei cittadini di Perugia. Non solo, sempre nella media 2015, nel medesimo raffronto Terni-Perugia, il cromo depositato al suolo è stato TRECENTOVENTI VOLTE superiore.
Il confronto tra il 2014 e il 2015 parla chiaro: +40% di nichel e cromo nelle deposizioni. È bene ricordare che secondo lo studio svolto da ARPA nel 2012 "Monitoraggio del Pm10 nel quartiere Le Grazie" , l'area di massima ricaduta delle polveri risulta essere una vasta zona che circonda il polo siderurgico comprendendo il quartiere di Borgo Bovio, Prisciano, Piedimonte, una buona fetta del centro cittadino e Pentima, trovando il suo apice nell'area tra lo Staino e Santa Maria Maddalena. I valori riscontrati nella centralina di Prisciano vanno visti quindi in questo complesso, in un'area dove risiedono decine di migliaia di persone. Secondo il piano regolatore risultano inoltre essere preponderanti fra queste aree quelle ad uso agricolo.
Sono passati ormai 8 mesi dalla data che Arpa Umbria aveva fissato per l'entrata in funzione del monitoraggio del cromo esavalente in aria. Dopo ripetuti incontri e sollecitazioni, un atto approvato dal Consiglio comunale ancora tutto tace. Ci chiediamo inoltre se i dati del superamento della soglia di legge nella media annuale, 36,7 ng/m3 di nichel a Prisciano, siano stati comunicati alle autorità preposte.
Questo certo non mancheremo di verificare.

Arrow
Arrow
PlayPause
Slider
Tariffe Web Editing

Sottoscrivi il tuo piano ideale

Comunicazione

  • Web Editing Joomla E-Commerce mylifefactory
  • Web Editing mylifefactory ❤ Firefox Quantum mylifefactory

Contattaci

Ufficio di rappresentanza

C.so del Popolo 05100 Terni, Italy

Info Contatti

MY LIFE FACTORY Terni, Italia

Social

Facebook